L'economia della Provvidenza

"La Piccola Suora di S. Teresa si forma anzitutto alla povertà di spirito che consiste nel "farsi piccoli, riconoscere il proprio nulla, tutto aspettare da Dio, non cercare ricchezze, non inquietarsi di nulla …, non attribuire a se stessi le virtù che si praticano, abbandonarsi con fiducia e serenità tra le braccia amorose e onnipotenti della bontà di Dio" (S. Teresa di Gesù Bambino – vedi)" (Costituzioni, art. 12)

"Ci sottomettiamo alla comune legge del lavoro come espressione di povertà anche comunitaria e di partecipazione alla vita dei più poveri, ricordando che, per costituire un segno valido della povertà evangelica, il nostro lavoro deve essere illuminato dalla serenità e pace godute da chi si affida alla provvidenza del Padre celeste" (Costituzioni, art.13)

"Dobbiamo progredire verso un reale e interiore distacco dai beni materiali, semplificando le nostre esigenze ed usando le cose della comunità e quelle degli altri con giustizia e senso di responsabilità" (Costituzioni, art. 14)